Belen contro ex compagno, lite social per la figlia: “Ci vediamo in tribunale”

Picture of ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – ''Ci vediamo in tribunale". Scambio di accuse social tra Belen Rodriguez e Antonino Spinalbese per l’affidamento della figlia Luna Mari', iniziate ieri su Instagram e 'chiuse' dalla showgirl argentina con una minaccia di querela in serata, poco prima della sua partenza per l’Argentina in compagnia di Luna, dell'altro figlio Santiago, avuto dall'ex marito Stefano De Martino e del suo nuovo compagno Elio Lorenzoni. Tutto è iniziato il giorno di Santo Stefano quando Belen, dopo una serie di post 'sfogo' in cui l'ex hairstylist lamentava la mancanza di sua figlia durante tutte le festività natalizie. Post che hanno scatenando l'ira della conduttrice che sulle sue storie di Instagram, riferendosi al suo ex compagno, ha scritto: ''Ho visto post e stories create ad hoc cercando di passare da vittima davanti al pubblico, alla gente italiana, provando ancora una volta a mettermi in cattiva luce".  ''Io ho sempre rispettato gli uomini, non ho mai vietato niente e lo sai bene – ha continuato – Invito la persona che mi ha tirato in ballo a occuparsi di sua figlia durante tutto l’anno. Non porre attenzione solo sul giorno di Natale. L’amore serve sempre, non solo alla Vigilia. Ecco, ci tenevo a sottolinearlo. E invito a non nominarmi mai più pubblicamente ma in forma privata, altrimenti sarò costretta a spiegare la verità ancora una volta. Ormai non ho più problemi a farlo''. Ma lo sfogo di Belen non si è fermato li': ''E ricordatevi – ha scritto ancora in un'altra storia – che nella vita la gratitudine è grande cosa. Tenetelo bene in mente, e state con i piedi per terra. Perché se si perde l’umiltà e si spicca il volo, come avete visto negli ultimi giorni le varie notizie che invadono le prime pagine dei giornali, ci si fa molto ma molto male''. La risposta di Spinalbese non si è fatta attendere: ''Posso anche essere un 'pezzente' e ne sono orgoglioso perché sono una persona di sani valori e principi, pronto a prendermi cura (di mia figlia, ndr) per 24h al giorno per il resto della mia vita. Solo chi ha figli può capire cosa significhi averli vicini o lontani, quanto ti possano mancare, ed io in questi giorni di feste non ho potuto vedere mia figlia né per la vigilia, né a Natale e come se non bastasse domani, senza il mio consenso, partirà per un viaggio''. L'ex compagno di Belen ha anche aggiunto che ''essere genitore non significa avvalersi di babysitter, autisti, personale di servizio e preferire tutti gli altri parenti o nuovi compagni alla presenza del padre". A quel punto la showgirl argentina non c’ha visto più e ha chiuso definitivamente la diatriba con un post al veleno: ''Distinto signor Antonino, se c’è una cosa che mi ha sempre contraddistinto è il fatto di non essermi mai nascosta da nulla, ho sempre fatto tutto quanto alla luce del sole, forse anche fin troppo, gli italiani mi conoscono da 15 anni e lo sanno, prendendomi anche giudizi e pregiudizi senza paura, certo non inizio a mentire con lei, mi faccia la cortesia. Le minacce sono molto gravi e hanno bisogno dell’attenta supervisione di un giudice. Non si scherza con le mamme, perché se ci fai spaventare i nostri figli percepiscono tutto quanto. Adesso metto il telefono in pausa e parto serenamente per l’Argentina. Spero tu abbia qualcuno di bravo per difenderti, perché ho perso la pazienza. Le bugie hanno le gambe corte! Ricorda! Ci vediamo in tribunale. Adesso basta, troppa importanza, l’ho fatto perché non permetto a nessuno più di mandarmi sotto terra, adesso torna al posto tuo'', con gli hashtag 'Basta fumo' e 'Vai a lavorare'.  ''Mi vergogno molto di essermi esposto per la prima volta mediaticamente, sarà la rabbia, saranno tante cose – ha scritto poco dopo Spinalbese sotto al suo post su Intagram – ma in questo ci rimetterà mia figlia, ed io l’ho permesso, ma non faccio mai cose a caso, devo pensare al suo futuro che da questo momento è cambiato, perché due persone 'adulte' non sono riuscite a risolvere i loro problemi in privato, ma la disperazione mi ha portato a questo, e credo che questo sia un nuovo inizio per me, e spero che lo sia per tutti quei padri, costretti a situazioni folli. Scusatemi'', ha concluso. —spettacoliwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Presto un nuovo progetto potrebbe rivoluzionare il mondo geopolitico
Il rinoceronte lanoso estinto 10mila anni fa
America sconvolta per l'attentato al presidente Trump
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter