BlackBerry, cambio alla guida della società con l’addio di John Chen

Picture of ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – BlackBerry ha annunciato che il suo amministratore delegato, John Chen, lascerà il ruolo il 4 novembre, dopo un mandato decennale durante il quale ha guidato la trasformazione dell'azienda da produttrice di dispositivi a sviluppatrice di software. Richard Lynch, membro del consiglio di amministrazione, assumerà il ruolo di amministratore delegato ad interim. La decisione riguardante il ritiro di Chen è in linea con le clausole del suo contratto e rappresenta la conclusione della strategia denominata "Project Imperium" della società, che ha comportato una profonda rivisitazione del suo modello di business. Di recente, BlackBerry ha deciso di separare la sua divisione IoT (Internet delle Cose) dal suo ramo dedicato alla cybersecurity, progettando per la prima di funzionare come una nuova entità indipendente. Richard Lynch è parte del consiglio di amministrazione di BlackBerry dal 2013. Dopo anni di difficoltà e l'incapacità di competere con gli smartphone Android e gli iPhone di Apple, BlackBerry ha deciso di abbandonare il settore hardware nel 2016. Successivamente, l'azienda ha stipulato un accordo di licenza con il produttore di dispositivi cinese TCL Communication e ha venduto i suoi brevetti e asset legati alla telefonia mobile a diverse aziende, tra cui Huawei. Prem Watsa, direttore principale del consiglio di amministrazione, ha elogiato Chen affermando: "Il suo successo nel salvare BlackBerry e nel riposizionarla come azienda software leader nei settori della cybersecurity e dell'IoT è stato notevole". —tecnologiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Il caso della guerra immobile in Libano
La nuova tecnologia pronta a stravolgere le nostre abitudini
Dopo 1901 giorni trascorsi in carcere, Assange ha evitato l'estradizione negli Stati Uniti
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter