Tomasi (Aspi) : “In Toscana completate nuove opere per 1,3 miliardi in due anni”

Picture of ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – “La Toscana è uno dei territori dove è più evidente il lavoro che stiamo portando avanti per ammodernare e potenziare la rete autostradale. Qui negli ultimi due anni abbiamo completato nuove opere per un valore di 1,3 miliardi di euro e, solo nel 2023, sono state più di 1 milione le ore di attività nei cantieri". A sottolinearlo è l'amministratore delegato di Aspi, Roberto Tomasi. "In questi anni abbiamo lavorato per rendere sempre più moderna la rete di questa regione che costituisce lo snodo fondamentale della mobilità tra il Sud e il Nord del Paese. Il nostro obiettivo -dice – è quello di continuare a lavorare con impegno e determinazione soprattutto per adeguare gli asset all’attuale domanda di traffico. Si tratta di un’azione imprescindibile, nell’ottica della sostenibilità del viaggio e della crescita economica e sociale dei territori”. "Il sistema Paese ha bisogno di connettività per crescere. Dal 2019 il traffico autostradale è aumentato dell'1,7 per cento, con crescita anche del traffico pesante. I dati dimostrano quanto il sistema sia importante in termini di sostenibilità dell'economia del Paese". "L'asse fiorentino – ha sottolineato Tomasi – è determinante, anche se il Paese non è solo Toscana", ricordando poi le opere in corso "in Lombardia, Emilia Romagna o la gronda di Genova, asse fondamentale per consentire al più grande porto nazionale di sostenere il grande flusso di traffici che ha". —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Stop ai telefoni nelle scuole Usa
Problemi per i pescatori e meno per i ristoratori
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter