Alec Ross: “130 miliardi di investimenti in IA nel 2024 insufficienti”

Picture of ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – "Gli investimenti in intelligenza artificiale non sono sufficienti. Nel 2024 si stimano 130 miliardi di dollari di investimenti nell'investimento artificiale, 100 vengono da due Paesi, Cina e Stati Uniti, gli altri 30 vengono dagli altri Paesi". A dirlo oggi Alec Ross, autore di best-seller a livello mondiale, imprenditore e investitore, che è stato consigliere del dipartimento di Stato per l'innovazione con Hillary Clinton e ha guidato la politica tecnologica per la campagna presidenziale di Barack Obama, intervenendo all'inaugurazione di 'FutureS', un ciclo di incontri voluti da Sisal per stimolare il confronto con gli attori chiave sui temi che delineano il futuro del Paese. "Corea del Nord, Cina e Italia – ricorda – hanno bloccato Chatgbt. I talenti ci sono in Europa e specificamente italiani, grazie anche alle offerte degli Atenei, ma dobbiamo creare le condizioni di investire nei talenti qui, senza creare le condizioni per cui invece vadano all'estero". Sul rapporto tra innovazione e regolamentazione Ross spiega che "lo Stato deve liberare ma non regolare l'innovazione". "Noi dobbiamo offrire competizione tenendo presente che l'Italia non è stupida e nel suo Dna ha come inventare il futuro. Quindi, non bisogna guardare sempre con ossessione gli altri, come Google ad esempio, perché abbiamo in casa dei geni", conclude.     —lavorowebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

L'unica vera guerra è quella contro la bomba atomica
Piero Pelù e la sua battaglia contro bomba atomica
Francia alla ricerca di una sua identità
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter