Allegri e il duello Juve-Inter: “Noi le guardie, loro i ladri”

ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – "I ladri scappano e le guardie li rincorrono". Con una battuta, Massimiliano Allegri riassume il duello tra l'Inter capolista e la sua Juventus, che insegue i nerazzurri con 2 punti di ritardo. "Se c'è uno davanti, c'è uno dietro che insegue. E' come il gioco guardie e ladri", dice il tecnico bianconero a Dazn dopo la rotonda vittoria contro il Sassuolo, sconfitto per 3-0. "Non era una partita semplice, il Sassulo ci aveva aveva fatto 4 gol all'andata. Anche qui a Torino si è reso pericoloso con Laurientè e Berardi, Szczesny ha fatto due belle parate. Ora abbiamo 49 punti ma non dobbiamo fermarci, dobbiamo pensare alla prossima partita a Lecce: bisogna continuare a lavorare in silenzio per migliorare", prosegue. In attacco hanno segnato Vlahovic e Chiesa. Il baby Yildiz continua a incantare. "Come Yildiz ce ne sono pochi: ha qualità tecniche innate e non sbaglia le scelte, sono doti che non si insegnano. Lui le ha e ha anche i gol nelle gambe. E' molto bravo ma ha solo 18 anni, è normale che abbia anche momenti di calo in futuro. La Juve in ogni caso ha 5 ottimi attaccanti", dice Allegri. —sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Salviamo l'orso dall'uomo
La guerra ha preso una piega senza fine
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter