Asl Caserta firma protocollo intesa con Codere per contrasto disturbo da azzardo

ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – Lotta e prevenzione del disturbo da gioco d’azzardo e delle dipendenze patologiche per proteggere e migliorare la salute dei cittadini: è questa la finalità del protocollo d’intesa firmato dalla Asl di Caserta, diretta da Amedeo Blasotti, e Codere Italia, operatore internazionale di gioco legale rappresentata in Italia da Alejandro Pascual Gonzales.  Dando concretezza agli obiettivi programmatici del piano regionale per il contrasto del disturbo da gioco d’azzardo, il piano di azione territoriale del Dipartimento delle dipendenze della Asl di Caserta prevede, in sinergia con Codere, l’apertura di uno sportello di ascolto e orientamento, con cadenza settimanale, all’interno della Gaming Hall Royal di Maddaloni (Caserta) in via strada statale Sannitica 265 Km 25,800, presidiato dagli operatori dell’Uoc Dipendenze comportamentali che distribuiranno ai presenti anche materiali informativi per la prevenzione di diverse dipendenze. I materiali saranno comunque sempre a disposizione durante gli orari di apertura della sala. Verrà inoltre organizzato dalla Asl un corso di formazione che coinvolgerà gli operatori Codere, al fine di fornire gli strumenti per riconoscere e affrontare in prima battuta i segnali di un possibile Dga-Disturbo da gioco d’azzardo. Codere si è resa disponibile anche ad ospitare nella sua sala eventi ed incontri specifici promossi dalla Asl e volti a informare i propri clienti sul rischio di un approccio distorto al gioco che potrebbe diventare patologico. Un modo concreto per dare la possibilità, a chi ha competenza e strumenti, di scendere in campo e affrontare il problema in modo diretto e utile, senza demagogia, per promuovere una vera educazione dei giusti comportamenti. “L'apertura di uno sportello psicologico di ascolto e orientamento sulla dipendenza da gioco d'azzardo patologico presso una delle sale Bingo più frequentate del nostro territorio rappresenta un’importantissima sinergia, afferma Amedeo Blasotti, direttore generale dell’Asl Caserta – Come Azienda sanitaria locale, attraverso il Dipartimento delle Dipendenze, riteniamo fondamentale fornire supporto a coloro che potrebbero essere coinvolti in questa dipendenza. Il nostro impegno è quello di offrire un servizio di consulenza professionale, confidenziale e accessibile a tutti coloro che ne sentano il bisogno. Questo nuovo servizio sottolinea il nostro impegno per la salute e la promozione del benessere all'interno della comunità, e rappresenta un passo significativo verso la creazione di un ambiente consapevole e solidale. Siamo sempre più convinti che la prevenzione e il sostegno attivo siano cruciali per affrontare questa sfida e siamo fiduciosi per le potenzialità di questo importante servizio alla nostra comunità”.  La Regione Campania ha posto una grande attenzione al fenomeno del Disturbo da gioco d’azzardo (Dga), e grazie all’Osservatorio regionale, istituito con la legge regionale del 2 marzo 2020 e insediatosi a luglio 2023, monitora la situazione svolgendo un’intensa attività che coinvolge anche gli operatori della filiera nella programmazione delle politiche da adottare, e nella definizione di strumenti efficaci per la prevenzione e il contrasto. “L’Osservatorio, in coerenza con i suoi scopi istituzionali, si pone al servizio dei programmi di tutela della salute dei cittadini, con particolare attenzione agli utenti delle sale e degli spazi di offerta del gioco legale – spiega Aniello Baselice, presidente dell'Osservatorio regionale per il contrasto del Dga – Sulla base di questa premessa, tale organismo offre la sua disponibilità ad implementare obiettivi e strumenti di attuazione con tali finalità monitorando l'efficacia di percorsi di cooperazione tra servizi socio-sanitari e imprese del gioco pubblico nelle Asl campane. L'evento di Caserta si colloca in questo orizzonte e merita la dovuta attenzione”. “E’ con grande soddisfazione che sottoscriviamo questo protocollo con la Asl di Caserta – aggiunge Imma Romano, direttrice Relazioni istituzionali di Codere Italia – perché la collaborazione con le istituzioni locali è un elemento fondamentale per la nostra attività. Solo attraverso una sinergia e un coordinamento tra gli attori del sistema gioco pubblico è possibile ottenere risultati concreti nella lotta alle devianze, siano esse legate al gioco patologico piuttosto che a fenomeni di illegalità. Ormai da molto tempo Codere opera sul territorio della provincia di Caserta, portando da diversi anni un’offerta di gioco legale e controllato e dando lavoro stabilmente a decine di persone. L’esperienza ci ha insegnato che, insieme agli operatori delle strutture preposte alla tutela della salute del cittadino, possiamo essere un valido alleato per prevenire e contrastare l’insorgere della patologia legata al gioco d’azzardo, attraverso l’attuazione di azioni concrete. Auspichiamo che questi modelli virtuosi possano essere sempre più diffusi sostituendosi a mere azioni di facciata come, ad esempio, i distanziometri”.  —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

L'ambiente distrutto dalla zootecnica
L'algoritmo avanza e presto la tecnologia potrebbe entrare nelle battaglie
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter