Assegno di inclusione, più semplice fare domanda all’Inps

Picture of ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – La piattaforma per la gestione dell’Assegno di inclusione (Adi) si arricchisce di nuove funzionalità che rendono l’accesso al servizio più completo e intuitivo. Lo comunica l'Inps in una nota. Le novità prevedono una maggiore semplificazione e strumenti sempre più intuitivi per facilitare la presentazione delle domande e la gestione delle stesse da parte delle strutture territoriali dell’Istituto. Nel dettaglio, le nuove funzionalità consentiranno agli utenti interessati di: modificare in autonomia i dati di residenza e i propri recapiti per eventuali comunicazioni; ⁠trasmettere ogni aggiornamento sulla dimensione lavorativa dei componenti del proprio nucleo, tramite il cosiddetto modello “adi-com esteso”; ⁠visualizzare gli intestatari delle carte di inclusione (nel caso sia stata richiesta l'individualizzazione della misura); ⁠consultare lo stato della propria domanda, verificando anche l’importo disposto da Inps e i relativi dettagli di calcolo, aggiornati periodicamente su base mensile.  Sarà inoltre possibile, tramite la stessa procedura, visualizzare informazioni di dettaglio, quali l’indicazione del componente del nucleo cui è attribuita la quota del canone di locazione, nonché gli eventuali soggetti esclusi dalla scala di equivalenza per il calcolo complessivo dell’importo. —facilitaliawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Oppenheimer in Giappone ha fatto discutere
L'incredibile storia della guerra degli emù
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter