Confalone (Novartis): “Parità di genere è tema di evoluzione culturale”

ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – Lavorare per rimuovere gli ostacoli che si frappongono al raggiungimento di un completo salary-equality e offrire opportunità alle donne che non siano ostacolate dalla loro realtà quotidiana è un tema di evoluzione culturale. Nel caso di Novartis, in particolare, significava arrivare ad eliminare, attraverso il congedo parentale, la differenza di impatto che l’avere un figlio, un momento importante nella vita di una famiglia, ha sulla donna e sull’uomo nello sviluppo della carriera”. Così Valentino Confalone, amministratore delegato e country president di Novartis Italia e ospite d’onore della seconda edizione dei ‘Winning Women Institute Awards’, l’iniziativa che premia le aziende che hanno ottenuto la certificazione di parità di genere. “La responsabilità di chi lavora in un settore fortunato come quello farmaceutico, in aziende come le multinazionali che hanno la possibilità di avere dei benchmark a livello globale, è importante", sottolinea Confalone. "Questo ci dà la responsabilità di essere un faro, dando il buon esempio su come arrivare ad una completa parità da tutti i punti di vista”, continua. In questa occasione, Valentino Confalone, amministratore delegato e country president di Novartis, ha ricevuto uno dei due premi speciali 'Il cuore oltre l’ostacolo' per essere stato promotore in prima persona del percorso che ha portato la sua organizzazione a raggiungere una piena parità di genere ai vertici aziendali e ad azzerare il gender pay gap. —lavorowebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Navalny era detenuto in una prigione di massima sicurezza
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter