Cura del tatuaggio: tutto quello che devi sapere per tattoo sempre brillanti

ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – Milano, 12 Gennaio 2024. Ti sei appena fatto un tatuaggio, vero? Ottima idea! Poche cose come un tattoo contribuiscono ad esprimere la tua personalità e a donare un look di forte impatto visivo. Quello che devi sapere, però, è che per ottenere tutto ciò dovrai prenderti cura del tatuaggio fin dai primi istanti, per fare in modo che risulti ben nitido e che duri nel tempo. Vediamo, dunque, come curare il tattoo, per garantirgli lunga vita e bellezza infinita. Cura del tatuaggio: cosa fare subito dopo aver fatto il tattoo Che si tratti della cura di un tatuaggio colorato o di uno in bianco e nero, il tuo lavoro inizierà subito dopo aver lasciato lo studio del tatuatore, che prima di lasciarti andare, coprirà la zona tatuata con una pellicola trasparente o un bendaggio sterile. Questa procedura, infatti, serve a proteggere il tatuaggio da eventuali infezioni e a favorirne la guarigione. Sarà il professionista a dirti dopo quanto tempo potrai togliere il bendaggio e pulire il tatuaggio con acqua tiepida e sapone neutro, senza sfregare o grattare. Asciuga poi il tattoo, tamponando con un panno morbido sterile o della carta assorbente monouso, e generalmente per la prima notte si applica nuovamente la pellicola per evitare nella notte l’appiccicarsi di tessuti al tatuaggio dato la possibile fuoriuscita di sieri, in ogni caso seguendo le indicazioni del tatuatore si evitano errori comuni. La mattina successiva dopo aver nuovamente rimosso il bendaggio e aver ripulito la zona con il lavaggio e asciugatura si potrà procedere con l’applicazione di una quantità minima di burro o crema specifica e massaggia delicatamente fino a farlo assorbire. Durante i primi giorni dovrai ripetere questa procedura almeno tre/quattro volte al giorno, per il tempo che ti verrà suggerito dal tatuatore.
 Cosa NON fare per mantenere il tatuaggio lucido e brillante nel tempo Adesso che sai tutto ciò che devi fare per la cura del tatuaggio, è ora che tu scopra con non fare. Non vorrai mica essere tu stesso la causa del deterioramento del tattoo, giusto? Ecco, dunque, 4 utili consigli: 1.Non rimuovere le croste – per la cura di un tatuaggio appena fatto, è indispensabile evitare di grattarsi e rimuovere le crosticine. Queste, infatti, cadranno da sole appena il processo di guarigione sarà completato. L'unica cosa che devi fare in questa fase è idratare quotidianamente la pelle tatuata. 2.Non coprire il tatuaggio con abiti stretti o sintetici – per guarire, il tatuaggio ha bisogno di respirare correttamente. Per questo motivo, evita di coprirlo con abiti stretti, sintetici o, peggio ancora, sporchi o impolverati, che potrebbero irritare la pelle, ostacolare la circolazione dell’aria o addirittura favorire la proliferazione di batteri. Al contrario, nei primi giorni scegli abiti larghi, morbidi e di cotone. 3.Non fare il bagno – l'acqua può essere un vero nemico del tuo tatuaggio, soprattutto nelle prime fasi di guarigione. Per questo motivo, evita di fare il bagno o di immergere il tatuaggio in piscine, vasche, laghi o mare, optando invece per una doccia. Ricorda che in ogni caso, nelle prime settimane dovrai comunque proteggere il tatuaggio con della pellicola trasparente o limitarne il contatto con l’acqua al minimo indispensabile. 4.Non esporre il tatuaggio a fonti di calore – il calore è un altro fattore di stress per la pelle tatuata, in quanto può causare gonfiore, arrossamento e disidratazione. Evita, dunque, di esporre il tatuaggio a fonti di calore, come stufe, camini, phon o lampade abbronzanti. Mantieni sempre il tatuaggio fresco e asciutto e, se prevedi di esporti al sole per lungo tempo, usa una crema solare. Cura del tatuaggio a lungo termine La cura del tattoo, ovviamente, non termina qui, perché anche dopo il periodo di guarigione, è importante mantenere la pelle tatuata ben idratata. Come? Con prodotti specifici, come burri o creme naturali specifici, come quelli proposti da Just Care Tattoo, piccola realtà artigianale impegnata nella produzione di prodotti per tatuaggi a base di ingredienti naturali di alta qualità. Questi, infatti, aiutano a prevenire la secchezza, la desquamazione e la perdita di elasticità della pelle, tutti fattori che influiscono negativamente sulla qualità del tattoo. Ma per la cura del tatuaggio i prodotti non bastano, serve anche il tuo impegno. Proteggere il tatuaggio dal sole, ad esempio è un imperativo. I raggi solari, infatti, tendono a sbiadire e invecchiare il tatuaggio, quindi per preservare i colori e la nitidezza, dovrai sempre applicare una crema solare con un fattore di protezione elevato (SPF 50+) prima di esporti al sole. Attenzione anche all'acqua marina e al cloro: se fai un bagno al mare o in piscina, abbi cura di sciacquare subito la pelle, senza strofinare e, se ti è possibile, applica subito una crema idratante. Infine, non sottovalutare l'importanza di rivolgerti periodicamente al tuo tatuatore, che al bisogno provvederà a ritoccare il tatuaggio in modo che possa apparire sempre al suo meglio. Insomma, ricorda sempre che, come si suol dire, un tatuaggio è per sempre, quindi prendetene cura. Per maggiori informazioni Sito web: https://justcaretattoo.com/
 Email: ordini@justcaretattoo.com —immediapresswebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Tante persone ogni anno si incontrano per salvaguardare il territorio
Criminalità e superstizione rendono la vita ancora più complicata
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter