Elezioni Abruzzo, exit poll: Marsilio 48,7-52,7%, D’Amico 47,3-51,3%

ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – Urne chiuse in Abruzzo dove, oggi dalle ore 7 alle 23, si è votato per le elezioni regionali. In base al primo exit poll (campione 75%) del sondaggista Antonio Noto, in esclusiva per Rete8, il presidente uscente della Regione Abruzzo e candidato di centrodestra Marco Marsilio è al 48,7-52,7% mentre lo sfidante Luciano D'Amico, appoggiato dal centrosinistra, è al 47,3-51,3%. La coalizione del centrodestra in appoggio del presidente uscente Marsilio è al 49,7%-53,7% mentre quella di centrosinistra, il cosiddetto campo larghissimo, in appoggio dello sfidante D'Amico, è al 46,3-50,3%. Un tiepido applauso al comitato di Marco Marsilio ha accolto il primo exit. "La forbice è stretta, ma ce lo aspettavamo", il commento a caldo di uno degli esponenti di Fdi presenti al quartier generale del governatore uscente. 
D'Amico sta invece seguendo lo spoglio a casa, con alcuni amici. "Per D'Amico quella di oggi è stata una tranquilla domenica passata macinando chilometri, come sempre – dice all'Adnkronos il suo responsabile della campagna elettorale Mirko Rossi – Dopo aver votato a Pescara, è andato a prendere la madre a Torricella Peligna (Ch), suo paese d'origine, per accompagnarla al seggio. Adesso è a casa, a Pescara, in compagnia di alcuni amici che ha invitato a cena e con loro sta aspettando l'esito del voto".   Alle 19 l'affluenza definitiva (1.634 sezioni su 1.634) era del 43,93%, un dato di poco superiore rispetto alla precedente tornata elettorale, quando alla stessa ora aveva votato il 43,01% degli elettori. —politicawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Tante persone ogni anno si incontrano per salvaguardare il territorio
Criminalità e superstizione rendono la vita ancora più complicata
Il prigioniero del secolo, Julian Assange continua la sua battaglia contro i poteri forti
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter