Houthi attaccano petroliera americana Thorm Thor, Usa: “Missile abbattuto”

Picture of ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – Attacco degli Houthi oggi 25 febbraio alla petroliera americana Torm Thor nel golfo di Aden. Ma la nave da guerra americana Uss Mason ha abbattuto il missile balistico anti nave, ha reso noto su X il Comando centrale americano (Centcom). La USS Mason e la MV Torm Thor non hanno riportato danni.  Nella notte un vasto attacco di Stati Uniti e Regno Unito era stato sferrato contro numerosi obiettivi Houthi in Yemen, riporta il New York Times citando fonti dell'amministrazione Usa, spiegando che gli attacchi hanno mirato a ridurre la capacità dei miliziani sostenuti dall’Iran di attaccare le navi lungo le rotte nel Mar Rosso. Aerei da guerra americani e britannici hanno colpito sistemi missilistici, lanciatori e altri obiettivi, hanno detto i funzionari. Australia, Bahrein, Canada, Danimarca, Paesi Bassi e Nuova Zelanda hanno fornito supporto all'operazione, secondo una dichiarazione congiunta dei paesi coinvolti diffusa dal Dipartimento della Difesa. Commentando l'operazione il capo del Pentagono, Lloyd Austin, ha spiegato che "i ribelli Houthi continueranno ad affrontare azioni di ritorsione per i loro attacchi alle navi nel Mar Rosso e nelle acque circostanti". "Gli Stati Uniti non esiteranno ad agire, se necessario, per difendere la vita e il libero flusso del commercio in uno dei corsi d'acqua più critici del mondo". —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Il giornalista di WikiLeaks a processo per l'estradizione negli Stati Uniti
Muore il presidente dell'Iran Ebrahim Raisi
Il Canada restituisce 200 isole agli indigeni
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter