Lady Gaga, complotti e l’anima di Lina Morgana

Il genio della cantante e la strada che ha dovuto percorrere verso il successo: impegno, dedizione, fortuna e… un omicidio?

Stefani Joanne Angelina Germanotta: famosa nel mondo come Lady Gaga, un’artista di fama internazionale, le cui opere ottengono uno sfavillante successo. Camaleontica, trasgressiva, innovativa: vi è davvero in lei tutto questo? Diverse persone hanno sollevato dubbi sull’originalità delle sue performance.

Di complottisti e supposizioni insolite ce ne sono di continuo, soprattutto da quando la rete la fa da padrona e in particolare nel mondo dello show business. Ogni persona munita di identità digitale sente la necessità – il più delle volte ci risparmieremmo volentieri le loro prestazioni – di proporre ipotesi assurde e dar vita a dei mostri. Dai terrapiattisti a Elvis Presley vivo e vegeto, sguazziamo in un mare di spaventose proposte fantasiose. Lady Gaga non ne è rimasta immune, del resto, un personaggio pittoresco come lei necessitava della dovuta dose di illazioni.

Teorie del complotto su Lady Gaga e Lina Morgana
La strana vicenda che lega Lady Gaga e Lina Morgana (Screenshot YouTube) – ilMillimetro.it

Lei non ha bisogno di molte presentazioni, è una delle star più note e dal successo travolgente degli ultimi 15 anni. Naturalmente i fan più accaniti ne conoscono vita, morte e miracoli e altri si limitano solo alle informazioni base, ovvero che si tratta di una cantante, una performer, e anche un’attrice, nota per A Star Is Born, House of Gucci, Joker: Folie à Deux, quest’ultima la prossima importante uscita cinematografica.

Di Lady Gaga è famoso soprattutto il fatto che, per arrivare a essere una star, ha dovuto – a suo dire – lottare molto. Con un passato travagliato, che spesso rievoca nei suoi discorsi, e tante sfide affrontate. Nei suoi interventi stimola il pubblico a lottare come ha fatto lei, perché grazie agli sforzi e alla sua perseveranza è arrivata a essere il fenomeno mondiale che è oggi.

Viene spesso preso come esempio il gruppo di Facebook creato dai suoi compagni di classe per sbeffeggiarla, che si chiamava: “Stefani Germanotta, non sarai mai famosa”. Non certo una grande profezia.

Lady Gaga e Lina Morgana: un rapporto controverso

Stefani Joanne Angelina Germanotta nasce a New York il 28 marzo 1986. È un’artista che risulta essere sotto contratto con la Interscope Records, con la quale ha esordito nel 2008 con The Fame, diventato poi uno dei 100 album di debutto migliori della storia secondo la rivista Rolling Stone.

Gaga ha sfornato un successo dietro l’altro, molto apprezzato anche il brano per la colonna sonora del film A Star is Born, che ha ricevuto un Oscar per la miglior canzone, Shallow. Dettagli, questi, noti al grande pubblico, tuttavia, vi è un particolare oscuro sorto intorno alla figura della star.

Rapporto controverso tra Lady Gaga e Lina Morgana
Un’esibizione di Lady Gaga prima della fama (Screenshot YouTube) – ilMillimetro.it

Nel 2007, presso lo studio di produzione di Rob Fusari, Stefani Germanotta e Lina Morgana si incontrano per la prima volta, secondo quanto riportato dal New York Post. Le due si sarebbero conosciute in quell’occasione per vedere se i testi della prima si potessero fondere con la voce della seconda. Le due registrano insieme alcune canzoni, che non vennero però mai pubblicate. Anche se qualcosa di quel materiale è comunque rintracciabile su YouTube.

Da quei lavori, e secondo le parole di Yana Morgana (madre di Lina), si evince quanto lo stile di Lady Gaga sia simile a quello di Lina. La donna accuserebbe infatti l’artista di aver derubato la figlia della sua arte (oltre che della sua anima, ma questo lo vedremo più avanti). Dunque, secondo le dichiarazioni di mamma Morgana, Lady Gaga non avrebbe inventato nulla ma “trafugato” l’arte della sua progenie.

Le due ragazze, inoltre, pare fossero particolarmente legate: Lina avrebbe dovuto essere la prossima novità del mondo del pop, era molto dotata e molto gettonata, e Lady Gaga, invece, una delle sue ballerine di fila, oltre che autrice dei testi delle sue canzoni. Lina avrebbe dovuto firmare con un’importante etichetta discografica e realizzare anche una serie di documentari di MTV, nulla di tutto questo ovviamente ha avuto luogo.

Chi era Lina Morgana e cosa le è successo

Lina Morgana nasce a Staten Island l’11 gennaio 1989. È una cantautrice emergente di origine russa, figlia di genitori separati, entrambi ben disposti di fronte al desiderio della figlia di diventare una cantante famosa. La giovane lavora con le Destiny’s Child e con Whitney Houston, si capisce essere quindi particolarmente dotata.

Come anticipato, le due giovani artiste emergenti si trovano a collaborare insieme. L’anno è il 2007, l’anno dopo Lina Morgana muore a 19 anni, il 4 ottobre 2008, apparentemente suicida, gettandosi dal decimo piano di un grattacielo: lo Staten Island New York Hotel. Nello stesso anno la Germanotta diventa Lady Gaga. La famiglia di Lina ha sempre sostenuto che la ragazza non poteva essersi suicidata, sul sito di lei è riportata una frase della zia:

“Posso dirvi subito una cosa: noi, la famiglia di Lina, non crediamo che lei avesse intenzione di morire. Noi, come famiglia, non crediamo che Lina si sia suicidata”.

Cosa è successo a Lina Morgana
Qual è la vera storia di Lina Morgana (Screenshot YouTube) – ilMillimetro.it

La neo-star aveva registrato 24 canzoni ed era prossima a far uscire il suo album. Il particolare di questa morte, che ha fatto emergere tanti dubbi, è legato soprattutto al fatto che, del decesso, all’epoca non ne parlò praticamente nessuno. I notiziari non ne fecero cenno, come se la questione dovesse passare nel dimenticatoio.

A far emergere la faccenda, un programma TV, Celebrity Ghost Story, che decise di parlare della drammatica vicenda, e il pubblico, grazie a questo, diede vita a mille teorie. Soprattutto online, e naturalmente si scatenò il caos.

Il complotto contro Lady Gaga

La prima teoria sulla morte di Lina Morgana è che la giovane fosse sotto il controllo degli Illuminati, la setta nota per avere tra i suoi appartenenti le persone più in vista del mondo. Quindi, secondo la teoria, sia Lady Gaga che la defunta facevano parte di questo Ordine che, dovendo scegliere quale delle due ragazze far emergere, decisero per la Stefani. Addirittura, la teoria prevede che, una volta scelta lei, questa abbia dovuto eliminare fisicamente l’altra artista.

In un’intervista al New York Times del 2010, la madre della star defunta ha dichiarato che “Lady Gaga detiene l’anima di Lina” e ha aggiunto che desidera che venga liberata. Ha inoltre spiegato che la Star di Poker Face ha sempre detto di aver avuto un passato oscuro e pieno di difficoltà, ed era quello che aveva passato Lina e di cui parlava sempre.

Lady Gaga e le teorie del complotto
Poker Face è una delle canzoni più famose di Lady Gaga (Screenshot YouTube) – ilMillimetro.it

Yana ha anche aggiunto che Stefani, come era conosciuta allora, non era appariscente o scandalosa quando conobbe la famiglia di Lina nel 2007. In effetti, la futura Gaga proveniva da un ambiente privilegiato, cresciuta in Upper West Side a New York, istruita in una scuola cattolica, nota per essere una ragazza molto studiosa e disciplinata.

La madre di Lina ci ha tenuto comunque a precisare che con le sue dichiarazioni non sta cercando un risarcimento e non vuole intentare alcuna causa. Desidera semplicemente vedere riconosciuto il ruolo rilevante della figlia come artista. E vorrebbe inoltre veder pubblicato il suo lavoro.

Lady Gaga e la teoria dell’omicidio

Un’altra sconvolgente teoria è che Gaga abbia ucciso Morgana. Le persone sono arrivate a scrivere questo sui vari forum che hanno trattato e ancora trattano l’argomento, che all’epoca venne sviscerato in particolare sul (fu) social MySpace. A spingere questo pensiero anche il fatto che l’artista non ha mai parlato pubblicamente della morte dell’amica e collega.

A peggiorare la situazione, il modo in cui è venuta a mancare, molto simile al video di Lady Gaga Paparazzi, dove la star viene spinta giù dal balcone da un uomo, ed è stato pubblicato solo un anno dopo la morte di Morgana.

La teoria dell'omicidio e il video Paparazzi
Un segmento del video di Paparazzi utilizzato dalle teorie complottistiche su Lady Gaga (Screenshot YouTube) – ilMillimetro.it

Secondo i complottisti quel video sarebbe addirittura una confessione. In realtà, pare che questo frammento del video sia dedicato al regista Alfred Hitchcock, un omaggio. In quanto Lady Gaga, dopo la caduta, non muore, rimane in sedia a rotelle e torna a vivere. Il film citato sarebbe La donna che visse due volte del maestro del brivido.

Di quel terribile giorno ci sono state delle testimonianze: alcuni hanno dichiarato che la giovane stava ballando sul tetto, altri di averla vista proprio saltare giù. Da precisare che era tarda sera, intorno alle 23.20. In un rapporto era anche stato dato a intendere che qualcuno potesse averla spinta. In ogni modo la teoria che punta il dito contro Lady Gaga come assassina è decaduta nel momento in cui è stato dimostrato che la star si trovava a Los Angeles al momento della morte della collega.

L’anima venduta a Satana

Un’altra teoria particolarmente pittoresca è che Lady Gaga abbia venduto l’anima al Diavolo. Si dice infatti che le celebrità lo facciano con una certa facilità per poter naturalmente raggiungere la fama. Una merce di scambio piuttosto diffusa in qualunque settore, in realtà.

Lady Gaga avrebbe anche dichiarato di avere un alter ego che “prende il sopravvento” ogni volta che si esibisce. E questo spingerebbe i complottisti a pensare appunto che vi sia la defunta Morgana a guidare le sue performance. A guardare le foto delle due ragazze vi è in effetti una somiglianza impressionante, soprattutto nel look dell’attrice di A Star Is Born, dopo la morte dell’amica. Inizialmente la Germanotta pare fosse molto più sobria.

Lady Gaga e l'anima venduta al diavolo
Lady Gaga ha recitato da protagonista nel film “A Star is Born” (Screenshot YouTube) – ilMillimetro.it

Questo naturalmente non fa di Lady Gaga un’assassina. Del resto, di teorie assurde nel mondo della musica è pieno, da Kurt Cobain, ucciso dalla casa discografica, a Paul McCartney, morto e sostituito da un sosia. Su Lady Gaga non sarebbe peraltro la prima assurdità a circolare. Di lei si dice perfino che sia figlia di Marina Abramović, che quest’ultima sarebbe il “padre”. Su TikTok, ciclicamente, tornano a girare video a sostegno di questa tesi. La nota artista contemporanea avrebbe cambiato sesso dopo aver concepito la pop star.

A prescindere da tutte le illazioni, va detto che, ascoltando le canzoni di Lina Morgana, il sound – che secondo la madre è stato rubato – non è poi così simile a quello di Lady Gaga. Inoltre, lo stile della star di origini italiane sarebbe cambiato prima della morte della sfortunata ragazza, il colore dei capelli e anche gli outfit stravaganti sarebbero arrivati prima del decesso di Lina.

Si dice infatti che il suo senso della performance riguardo la moda risalga a molto tempo addietro. Addirittura già in prima elementare, in vista della recita di fine anno. La piccola Gaga per l’occasione si era preparata con le sue mani un abito, utilizzando come materiale quello che già aveva a casa: costruì il suo vestito con la carta stagnola e delle grucce.

Sono stati numerosi i costumi di scena che sono passati alla storia. Il più noto quello indossato agli MTV Awards del 2010, dell’argentino Franc Fernandez, fatto di carne cruda. Il costume pesava ben 22 kg. L’abito aveva sollevato molte perplessità e polemiche – ovviamente –, soprattutto da parte delle associazioni contro gli abusi sugli animali. La scelta, disse l’artista, era legata a una protesta su come venivano trattati i gay nell’esercito americano.

E quindi, malgrado tutti i dubbi e le zone d’ombra, malgrado in effetti il caso sia stato gestito in modo quanto meno approssimativo, è probabile che Lina Morgana, prematuramente scomparsa, soffrisse di depressione. Potrebbe, dunque, aver posto fine alla sua esistenza buttandosi da quell’edificio, senza l’opportunità di diventare la stella che sarebbe potuta essere se non si fosse arresa.

E se proprio vogliamo dirla tutta, è perfettamente plausibile che Lady Gaga le renda in qualche modo omaggio a ogni sua performance, si può pensare più a questo che ad altro di fronte alle somiglianze tra le due artiste.

Per acquistare l'ultimo numero della nostra rivista clicca qui:

Mai più

Tra guerre, bombe e nucleare Piero Pelù torna con Deserti e grida al mondo: “Mai più!”. Nell’intervista realizzata da Dario Morciano andiamo in viaggio con il rocker toscano, che si è ripreso la scena con un disco potentemente rock in cui denuncia le barbarie del presente, contraddistinto da conflitti mondiali e una disinformazione sempre crescente. Alessandro Di Battista parla del pericolo di un’escalation nucleare, un rischio altissimo e che ha superato quello vissuto nel corso della “crisi dei Caraibi”. All’interno Tutt’altra politica, Line-up, Un Podcast per capello, Ultima fila e Nel mondo dei libri, le consuete rubriche di Paolo Di Falco, Alessandro De Dilectis, Riccardo Cotumaccio, Marta Zelioli e Cesare Paris. Copertina a cura de “I Buoni Motivi”.

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Ultimi articoli

Oppenheimer in Giappone ha fatto discutere
L'incredibile storia della guerra degli emù
il Millimetro

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter