Stupide formiche beige

Gli animali a volte sanno essere veramente stupidi. Mica come noi esseri umani

Ma quanto sono state stupide le formiche beige? Erano tutte uguali, cioè, al massimo cambiavano le dimensioni o qualche tonalità di colore ma, insomma, erano tutte della stessa specie. «Gli insetti più intelligenti», si diceva. Eppure, nonostante questo, sono sempre state in guerra tra loro. Ogni formicaio aveva almeno un nemico da combattere, a cui dichiarare guerra. E per minacciarsi tra loro, le colonie più numerose e potenti avevano addirittura costruito dei lanciafiamme, grandi come quelli che usiamo noi umani.

Per loro ovviamente era costosissimo realizzarli, con lo stesso tempo e le stesse risorse impiegate, ad esempio, avrebbero potuto costruire nuove colonie o rendere vivibili quelle più povere ed emarginate. E invece cosa hanno fatto? Non solo ci hanno buttato tutti i loro soldi, ma li hanno anche usati davvero. La prima volta quasi cento anni fa e i drammatici effetti si sono trascinati dietro per decenni. Non contente, hanno proseguito a crearne di nuovi. In realtà, sarebbero bastati una cinquantina di questi arnesi per sterminare ogni singola formica del pianeta, per far scomparire l’intero ecosistema.

La stupidità della formica beige
Formica beige nell’incendio (Adobe Firefly) – il Millimetro.it

Ma loro, povere stupide, ne avevano creati più di 12.000, tenuti lì, così, «per garantire la pace» (almeno così sostenevano alcuni dei formicai più grandi e potenti). E c’erano pure tante formiche che ci credevano, eh. E poi che è successo? L’inevitabile. Qualche anno fa un formicaio ha utilizzato di nuovo un lanciafiamme contro un nemico, gli alleati di quest’ultimo hanno fatto lo stesso, dando vita a un’escalation che ha portato all’estinzione di tutte le formiche beige dopo l’utilizzo di poco meno di 50 di queste armi potentissime (le altre 11.950 unità sono rimaste inevitabilmente inutilizzate).

Trovare un senso logico a certe scelte è impossibile, sono incomprensibili per chi, come noi, ha un minimo di raziocinio. Qualcuno potrebbe far notare che anche noi abbiamo più di 12.000 bombe nucleari sparse per il pianeta e che basterebbero solo 50 di queste per spazzare via l’intera umanità e farci estinguere. Ma noi siamo intelligenti, mica stupidi come le formiche beige.

Per acquistare l'ultimo numero della nostra rivista clicca qui:

Mai più

Tra guerre, bombe e nucleare Piero Pelù torna con Deserti e grida al mondo: “Mai più!”. Nell’intervista realizzata da Dario Morciano andiamo in viaggio con il rocker toscano, che si è ripreso la scena con un disco potentemente rock in cui denuncia le barbarie del presente, contraddistinto da conflitti mondiali e una disinformazione sempre crescente. Alessandro Di Battista parla del pericolo di un’escalation nucleare, un rischio altissimo e che ha superato quello vissuto nel corso della “crisi dei Caraibi”. All’interno Tutt’altra politica, Line-up, Un Podcast per capello, Ultima fila e Nel mondo dei libri, le consuete rubriche di Paolo Di Falco, Alessandro De Dilectis, Riccardo Cotumaccio, Marta Zelioli e Cesare Paris. Copertina a cura de “I Buoni Motivi”.

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Ultimi articoli

Oppenheimer in Giappone ha fatto discutere
L'incredibile storia della guerra degli emù
il Millimetro

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter