Navalny dall’Aritico assicura: “Sto bene, sono il nuovo Babbo Natale”

ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – In un messaggio pubblicato sui social Alexey Navalny, che è rinchiuso nella colonia penale Ik-2 nell'Artico russo, assicura che "sta bene". Ieri gli avvocati del dissidente russo, di cui non si avevano notizie da giorni dopo il suo trasferimento dalla colonia Ik-6 nella regione di Vladimir, hanno annunciato di aver trovato Navalny nella colonia penale nell'estremo nord della Russia, a 2mila chilomentri da Mosca. "Sono il nuovo Babbo Natale – scrive scherzando sulla tradizionale dimora artica di Babbo Natale e sul fatto che indossa un cappotto di pelle di pecora, cappello e scarpe di pelliccia e che nei 20 giorni di trasferimento gli è cresciuta la barba – purtroppo non ci sono le renne, ma pastori tedeschi molto belli. Non dico 'ho, ho, ho', ma 'oh, oh, oh' – continua riferendosi al tradizionale richiamo di Babbo Natale – quando guardo fuori dalla finestra e vedo la notte, poi il pomeriggio e poi ancora la notte".  
Riguardo al suo trasferimento, il dissidente afferma di essere "molto stanco" e che addirittura che si aspettava che nessuno sapesse di lui fino a metà gennaio. Per settimane il suo staff e i suoi avvocati denunciavano la scomparsa di Navalny dopo che non si era presentato a diverse udienze in tribunale. " Per questo mi sono sorpreso quando hanno aperto la porta della cella mi hanno detto: 'Un avvocato è venuto a vederti", ha aggiunto ringraziando per il sostegno e l'appoggio ricevuto. "Non preoccupatevi per me, sono sollevato dal fatto di essere arrivato", ha poi aggiunto.  "Ora che sono Babbo Natale – ha poi concluso la serie di post pubblicati su X ritornando a scherzare – probabilmente vi starete chiedendo dei regali, ma sono un Babbo Natale in regime speciale e solo quelli che si sono comportati molto male ricevono i regali".  —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Tante persone ogni anno si incontrano per salvaguardare il territorio
Criminalità e superstizione rendono la vita ancora più complicata
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter