Omicidio Cerciello, scattò foto di Hjorth bendato: carabiniere condannato a un anno

Picture of ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – Il tribunale di Roma ha condannato a un anno Silvio Pellegrini, il carabiniere accusato di aver scattato la foto di Gabriel Natale Hjorth, uno dei due americani accusati dell’omicidio del vice brigadiere Mario Cerciello Rega, mentre era bendato nella caserma di via in Selci a Roma e averla poi diffusa in un gruppo Whatsapp. Pellegrini è imputato con le accuse di abuso d'ufficio e rivelazione e utilizzazione di segreti d'ufficio. La pm Maria Sabina Calabretta aveva chiesto una condanna a un anno e due mesi. “Non c’era necessità investigativa di fare quella foto né di divulgarla”, ha detto nella sua requisitoria la rappresentante dell’accusa. "Nulla giustifica la divulgazione di foto in una chat che non era investigativa, i carabinieri nel gruppo su whatsapp non erano tutti impegnati nelle indagini. C’era una partecipazione emotiva ai fatti, che non c’entrava con le indagini", ha aggiunto la pm. Per il ‘bendaggio’ dell’americano, lo scorso febbraio, il tribunale di Roma ha condannato a due mesi, pena sospesa, il carabiniere Fabio Manganaro, accusato di misura di rigore non consentita dalla legge. —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Oppenheimer in Giappone ha fatto discutere
L'incredibile storia della guerra degli emù
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter