Polestar, nel 2023 vendite +6% aspettando l’effetto della 4

ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – Polestar Automotive Holding ha chiuso il 2023 con 54.600 auto consegnate nelle sue vendite globali, con un aumento del 6% rispetto all'anno finanziario 2022 (quando le vendite erano state 51.491). La casa automobilistica svedese – che fa parte del gruppo Volvo, a sua volta controllato dai cinesi di Geely – ha inoltre consegnato circa 12.800 auto nel quarto trimestre del 2023, tra cui 880 Polestar 4 in Cina. L'azienda ha dichiarato di "continuare a tutelare la posizione unica del proprio marchio in un mercato che rimane difficile, il che ha comportato un calo delle consegne nel quarto trimestre" e ha dichiarato di aspettarsi di chiudere l'intero anno con un risultato lordo vicino al pareggio. "La Polestar 4 è stata accolta molto bene in Cina e l'avvio della produzione è stato un traguardo importante per noi. Le vendite del nostro Suv coupé inizieranno in Europa e in Australia nelle prossime settimane. Con le prime consegne della Polestar 3 previste per l'estate, il nostro passaggio da un'azienda con un solo modello auto a una con tre auto in gamma ci posiziona per un 2024 trasformativo ed entusiasmante", ha commentato il Ceo dell'azienda Thomas Ingenlath. Polestar prevede di pubblicare i risultati finanziari e operativi preliminari per l'intero anno 2023 giovedì 29 febbraio. Il titolo Polestar tuttavia resta fortemente depresso, con quotazioni intorno a 1,84 dollari lontanissimo dai 13 dollari del debutto a Wall Street a giugno 2022. —motoriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Tante persone ogni anno si incontrano per salvaguardare il territorio
Criminalità e superstizione rendono la vita ancora più complicata
Il prigioniero del secolo, Julian Assange continua la sua battaglia contro i poteri forti
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter