Ristorazione, Biasoni (Aigrim): “Boccata d’ossigeno per il settore”

Picture of ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – “In questo ultimo anno, le aziende della Ristorazione hanno visto una ripartenza dei volumi, una vera e propria boccata d’ossigeno dopo gli anni difficili del periodo pandemico che hanno messo a dura prova l’intero settore in Italia. Abbiamo visto ripartire i flussi turistici, tanti turisti sono arrivati in Italia, usando i nostri treni, viaggiando sui nostri aerei, lungo le nostre autostrade e frequentando le nostre città d’arte e le aree dei centri commerciali. Ma in questo clima di fiducia e crescita, serve mettere al centro le persone”. Sono le parole di Cristian Biasoni, presidente di Aigrim, nel suo primo intervento all'Aigrim day 2023, martedì 14 novembre in Confcommercio a Milano. L’appuntamento, giunto alla seconda edizione, è stato organizzato dall’associazione nata in seno a Fipe-Confcommercio che da ormai un decennio unisce le imprese che effettuano attività di somministrazione di alimenti e bevande nei centri urbani, nei centri commerciali, nelle aree di servizio autostradali, negli aeroporti, nelle stazioni. “Con la trasformazione del nuovo paradigma lavorativo e la necessità di avere equilibri ben definiti con la vita privata, non possiamo più aspettarci che le persone si adattino a modi di concepire il lavoro anacronistici e ormai superati -ha spiegato Biasoni- Il lavoro della ristorazione è impegnativo e spesso si svolge in contesti non facili, ma si può fare tanto in termini di welfare e le aziende su questo hanno un ruolo importante. Il problema delle persone in questo comparto esiste e serve l’impegno di tutti gli interlocutori coinvolti, istituzioni comprese, che hanno il dovere morale di intervenire e dare supporto. Proprio con questo obiettivo è nato l’Aigrim Day 2023” ha concluso. “Il 31 ottobre scorso -continua Biasoni- abbiamo perso un’occasione importante: il mancato accordo con i Sindacati per il rinnovo del contratto collettivo di categoria scaduto da ormai due anni, danneggia soprattutto le nostre persone”. “Vi porto l’esempio della società che dirigo -illustra Biasoni- Chef Express. La scorsa stagione estiva cercava, senza trovarle, 700 persone, e ancora Merlata Bloom, il grande centro commerciale che aprirà il 15 novembre ha una carenza di 280 figure da inserire nella ristorazione”. Il presidente di Aigrim ha poi lanciato un appello: “Continueremo a cercare un dialogo, anzitutto per i nostri lavoratori, perché crediamo che le aziende possano fare molto in termini di welfare. Ed è nostro dovere morale ascoltare queste persone, che fanno un lavoro difficile ma fondamentale per il Paese, e che hanno diritto a un sistema che garantisca un miglior equilibrio vita-lavoro” ha concluso. —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

L'unica vera guerra è quella contro la bomba atomica
Piero Pelù e la sua battaglia contro bomba atomica
Francia alla ricerca di una sua identità
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter