Romano, ‘presenza invasiva criminalità sui social, le associazioni non sono più segrete’  

ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – "Questa iniziativa nasce un anno fa e si è sviluppata perché non pensavamo che potesse avere gli esiti che abbiamo presentato il 9 maggio a Roma alla presenza del Procuratore Gratteri per un lavoro fatto dall'Università di Salerno, in collaborazione con la Fondazione Magna Grecia, e guidato dal professor Marcello Ravveduto. Abbiamo potuto apprezzare come la presenza invasiva della criminalità organizzata, le diverse mafie, fossero non solo presenti nei social ma addirittura sfacciatamente presenti. E questo è un paradigma che cambia". Lo ha detto all'Adnkronos il deputato Saverio Romano, vicepresidente della Fondazione Magna Grecia a margine del convegno 'Le mafie nell'era digitale' a Palermo. "Le associazioni criminali – prosegue il parlamentare -un tempo tendevano a essere segrete, oggi non solo non lo sono ma vogliono dimostrare di essere tali proprio per esercitare il loro potere". "Ora c'è uno stato di avanzamento i cui lavori si concluderanno a febbraio – dice – speriamo di poterlo presentare il 4 aprile all'Onu perché il tema è globale".  —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

La guerra ha preso una piega senza fine
Tante persone ogni anno si incontrano per salvaguardare il territorio
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter