Ruba carte Pokemon per 800 euro, 45enne si pente e confessa

Picture of ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – Dopo aver rubato, nell'arco di un mese, pacchetti di carte Pokemon per circa 800 euro, è stato bloccato e ha confessato l'ultimo furto per poi pentirsi e restituire l'equivalente in denaro di tutta la refurtiva. Il 45enne, da tempo 'attenzionato' dai carabinieri di Monterosi (Viterbo), è stato sottoposto a un controllo e la perquisizione ha consentito di trovare diverse carte Pokemon da collezione. Pentito, l'uomo ha deciso di corrispondere i soldi corrispondenti al valore delle carte rubate in precedenza, a più riprese, nell'arco di un mese, da un negozio di casalinghi. Il fenomeno, ricordano i carabinieri, non è nuovo: già nel settembre dell'anno scorso, i carabinieri di Tuscania avevano recuperato oltre 300 carte Pokemon del valore di circa 1000 euro in un'analoga attività d'indagine.  —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Il giornalista di WikiLeaks a processo per l'estradizione negli Stati Uniti
Muore il presidente dell'Iran Ebrahim Raisi
Il Canada restituisce 200 isole agli indigeni
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter