Sostenibilità, Aragno (Eikon): “Buco nero su sociale, italiani sanno cos’è”

ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – Sia a casa che a lavoro "le persone sono più impegnate sulla sostenibilità ambientale". Sulla sostenibilità sociale, invece, "abbiamo un grosso buco nero. Addirittura nella mappa delle parole le persone non sono in grado di definirla, perciò non sanno proprio cosa sia". Lo afferma Paola Aragno, vicepresidente di Eikon Italia Società Benefit, in occasione del convegno 'Le nuove sfide della sostenibilità', a cura di Eikon Italia Società Benefit in collaborazione con il Gruppo Adnkronos che si è svolto oggi a Palazzo dell'Informazione. Nella sostenibilità sociale "le persone si sentono meno coinvolte e i giudizi che attribuiscono alle organizzazioni e alle istituzioni sono più negativi". In generale, però, il giudizio sulle istituzioni "non peggiora proprio grazie ad un elemento, cioè all'obiettivo 5. Il fatto che al governo ci sia una donna fa sì che le istituzioni vengono percepite come più attente alle pari opportunità". L'effetto Meloni, dunque, "salva la percezione delle istituzioni". L'altro dato importante rispetto all'obiettivo 5, sottolinea Aragno, "è che gli intervistati danno un giudizio più positivo sul coinvolgimento delle aziende rispetto a questo obiettivo mentre invece si sentono meno coinvolti nella loro sfera professionale, cioè quando sono in ufficio". Il punto di debolezza delle istituzioni, però, "sono i giovani. Cioè il giudizio sulle istituzioni o meglio il giudizio sull'attenzione ai giovani rispetto proprio alle professioni e perciò all'occupazione giovanile è basso. Il più basso dell'intera rilevazione".  —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Tante persone ogni anno si incontrano per salvaguardare il territorio
Criminalità e superstizione rendono la vita ancora più complicata
Il prigioniero del secolo, Julian Assange continua la sua battaglia contro i poteri forti
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter