Ucraina-Russia, Peskov avverte: “Molto pericolosa la linea tracciata dalla Francia”

ADNKronos

ADNKronos

(Adnkronos) – Dmitry Peskov definisce "pericolosa" la linea tracciata dalla Francia in direzione di una coalizione di Paesi pronti ad inviare truppe in Ucraina. "In generale, l’allargamento del dibattito e la persistente attività di Parigi per costruire una coalizione di Paesi che dichiarino un’ipotetica disponibilità a inviare un certo contingente, ovviamente, non è altro che una via diretta verso un'intensificazione delle tensioni. Questa è una linea pericolosa, molto pericolosa", ha affermato il portavoce del Cremlino, citato dalla Tass. Questa linea "potrebbe potenzialmente comportare conseguenze non desiderabili. Stiamo seguendo molto attentamente".  Il portavoce del Cremlino poi torna a puntare il dito contro le autorità ucraine che stanno rifiutando le richieste di negoziati con la Russia e lo dimostra anche il "duro rifiuto da parte del regime di Kiev alle dichiarazioni di Papa Francesco". "Per quanto ho capito, le dichiarazioni del Pontefice erano inserite in un contesto più ampio, ma in generale è abbastanza comprensibile che ha parlato a favore dei negoziati'', ha detto Peskov. ''Sappiate che il nostro presidente" Vladimir Putin "ha ripetutamente parlato della nostra disponibilità e apertura a risolvere i problemi attraverso i negoziati. Questa è la via preferibile'', ha aggiunto. "Purtroppo sia le dichiarazioni del Papa, sia le ripetute dichiarazioni di altre parti hanno recentemente ricevuto un rifiuto inflessibile da parte del regime di Kiev, che non consente alcun negoziato". —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Sostieni il Millimetro

Supportaci con una donazione e ricevi la copia digitale de il Millimetro del mese in corso

Ultimi articoli

Tante persone ogni anno si incontrano per salvaguardare il territorio
Criminalità e superstizione rendono la vita ancora più complicata
Il prigioniero del secolo, Julian Assange continua la sua battaglia contro i poteri forti
millimetro.jpg

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter