Ultimate World Cruise, la crociera del disagio

Cifre esorbitanti per un viaggio di nove mesi intorno al mondo, ma a bordo non tutto è proprio un sogno

I reality ormai ci sono entrati nel sangue. L’esigenza voyeristica dell’uomo emerge in qualsiasi contesto, anche laddove in effetti non sia stata concepita con questo scopo. Negli ultimi 20 anni, ad ogni pie’ sospinto è corrisposto un nuovo programma in cui venivano ‘osservate’ delle persone in un contesto di isolamento, per un periodo di tempo più o meno lungo.

Ultimate World Cruise la crociera del disagio
Ultimate World Cruise (foto LaPresse) – Il Millimetro

Anche quando una circostanza non nasce con l’idea di divenire un reality, come in questo caso, può capitare di venire involontariamente ‘travolti’ dalla curiosità del pubblico che, per l’occasione, inizia a monitorare tramite social ogni post sull’argomento. Il popolo del web ha deciso su cosa far convergere la propria attenzione, e quello è un popolo sovrano.

L’attività in questione che è diventata oggetto di monitoraggio è la crociera più costosa del mondo: la Ultimate World Cruise. La sua durata è di 274 notti e ha naturalmente dei prezzi importanti: 55mila euro (per la camera più economica) o la junior suite a 109mila euro. Una crociera di 9 mesi, partita il 10 di dicembre 2023 e che si concluderà il 10 di settembre 2024. Forse.

Il viaggio aveva nei suoi programmi (‘aveva’ poiché, nel frattempo, sono leggermente variati) di toccare 96 Paesi e poter vedere le 11 meraviglie del mondo. Naturalmente, il tutto è targato con l’altisonante nome della Royal Caribbean.

La crociera di lusso: un disastro annunciato?

I passeggeri di questa importante crociera, partita da Miami il 10 dicembre 2023, hanno avuto la splendida idea di documentare tramite social ogni singolo giorno e ogni evento rilevante del viaggio appena iniziato: dal cibo alle location fino ad ora visitate, dai disagi – come l’allagamento subìto a pochi giorni dalla partenza – fino alle lamentele, che sono sempre molto varie e pittoresche. Chi si sta adoperando in questo senso ha visto lievitare il numero di followers in modo impressionante, segno (logicamente) che l’argomento attira molto il pubblico.

Crociera di lusso o disastro
Crociera di lusso o disastro annunciato (screen YouTube) – Il Millimetro

Il tutto potrebbe apparire come un interessante esperimento di natura antropologica, del resto si parla di un gruppo di persone che non si conoscono tra di loro, sono isolati su una nave per nove mesi, costretti a convivere gli uni con gli altri in circostanze che non sempre potrebbero essere favorevoli. Pagando per di più delle cifre notevoli, un dettaglio che rende gli utenti social famelici di informazioni.

Gli utenti di TikTok, infatti, sono tutti sintonizzati sull’hashtag #UltimateWorldCruise che ha già raggiunto 150 milioni di visualizzazioni. 

Crociera da sogno o da incubo?

Quello che per molti potrebbe essere quindi un incubo, cioè l’isolamento su una nave per ben nove mesi con degli sconosciuti, per altri è diventato un sogno a occhi aperti e sono stati quindi ben felici di sborsare delle cifre esorbitanti per potervi partecipare. Ora si trovano sotto la lente d’ingrandimento degli utenti social, i quali in realtà sono in attesa che tutto vada storto, come nelle migliori tradizioni.

Ultimate World Cruise crociera da sogno o da incubo
Crociera da sogno o da incubo (foto screen YouTube) – Il Millimetro.it

Bisogna tuttavia specificare che la Royal Caribbean (vedendo la grande quantità di posti invenduti) ha deciso a un certo punto di mettere in vendita delle prenotazioni più economiche, di durata inferiore, ma molto tempo dopo rispetto a quelle messe a disposizione in origine, che richiedevano appunto delle cifre elevate. E così alcuni acquirenti avrebbero anche provato a chiedere un downgrade, cioè a ridurre il tempo del viaggio per poter risparmiare. Evidentemente, qualcosa di quanto riscontrato a bordo non li ha soddisfatti appieno.

Cosa potrebbe andare storto in un’esperienza del genere? In realtà più o meno tutto, senza voler essere catastrofici come per il Titanic, e nemmeno eccessivamente surreali come nel film candidato all’Oscar nel 2023, Triangle of Sadness, il quale narra di un viaggio a bordo di uno yacht di lusso che vira a un certo punto nel disastro. In effetti, però, non si può fare a meno di notare come i presupposti ci siano tutti per veder sopraggiungere degli interessanti spunti che portino alla nascita di una sceneggiatura dai contorni grotteschi.

Ultimate World Cruise, parlano i protagonisti

Su TikTok l’hashtag è diventato immediatamente ultra-menzionato e tra i viaggiatori che contribuiscono ad alimentarlo vi è Brandee Lake, una donna di colore che ha subìto dei micro-atti di bullismo e qualche piccola difficoltà. A lei, ad esempio, è stato chiesto in diverse occasioni se fosse un membro dell’equipaggio e come potesse permettersi il pernottamento di nove mesi.

Ultimate World Cruise parlano i protagonisti
Ultimate World Cruise parlano i protagonisti delle crociera (foto screen YouTube) – Il Millimetro.it

La passeggera ha anche fatto presente, nel suo podcast dove documenta il viaggio, che inizialmente vi erano più località da poter visitare: “L’itinerario è cambiato un paio di volte. Perché quando ci siamo iscritti per la prima volta, c’erano Russia e Ucraina”. Inoltre, ha aggiunto: “Anche Israele era sull’itinerario, e ora non lo è più”.

Ma secondo la donna: “Hanno aggiunto un paio di posti” e “spostato alcune cose”, e alla fine raggiungerà comunque il suo obiettivo di aver visitato 100 paesi (e oltre). Ogni volta che una destinazione viene rimossa, Royal Caribbean invia in anticipo un aggiornamento ufficiale ai passeggeri e include invece i nuovi porti da visitare.

La riduzione delle mete va a braccetto, tuttavia, con la possibilità che addirittura la crociera possa essere interrotta del tutto. Royal Caribbean ha dovuto fare delle dichiarazioni a seguito di alcune voci circolate a bordo in merito all’interruzione del viaggio a causa degli attuali disordini nel Mar Rosso e nel Canale di Suez. Una famosa creatrice di contenuti di nome Adita (@aditaml2759 su TikTok) ha condiviso un post in cui ha rivelato di aver “sentito un paio di voci” che la preoccupano.

“Le voci che ho sentito sono che Royal Caribbean sta pensando di terminare la crociera mondiale a Los Angeles a causa dei problemi in Medio Oriente e dell’impossibilità di attraversare il Mar Rosso e il Canale di Suez”, ha dichiarato la donna nel suo video. Royal Caribbean ha dovuto quindi rilasciare una dichiarazione a PEOPLE per confermare che continuerà il suo viaggio come previsto.

“Questa avventura completerà il suo primo segmento a febbraio e non vediamo l’ora di dare il via alla parte successiva del viaggio poco dopo e iniziare ad esplorare l’Asia”, quanto riportato in parte nel comunicato.

Nel momento in cui i passeggeri sono saliti a bordo e hanno preso possesso delle loro stanze, hanno iniziato a documentare ogni minimo dettaglio. Alcuni si sono lamentati degli spazi angusti, Ale Kenney ha mostrato in un video la sua stanza, che condivide con il marito. Ha filmato come è stata personalizzata e ha sottolineato il fatto di come l’armadio sia talmente piccolo da non volerlo nemmeno aprire per non rischiare di far cascare tutto ciò che è stato riposto all’interno.

Non sono stati molto magnanimi nemmeno nella descrizione del bagno, anche lui piuttosto contenuto. Argomento molto sentito a bordo è poi la lavanderia. La Royal Caribbean mette infatti a disposizione per gli ospiti un pacchetto con il servizio di lavaggio e piega gratuito dove i passeggeri possono spedire fino a tre sacchi biancheria a settimana. Nonostante questo, alcuni di loro (come Brandee Lake) hanno deciso di fare il bucato in modo autonomo presso la lavanderia self-service.

Eventi drammatici sulla nave da sogno

Dopo poche settimane dalla partenza, è anche già accaduto un fatto piuttosto spiacevole: un passeggero ha deciso di abbandonare la nave dopo meno di due settimane di viaggio. L’aggiornamento arriva da @spendingourkidsmoney, che si trova a bordo della Ultimate World Cruise con sua moglie. La coppia è diventata tra le più amate dai fan dopo aver fatto presente di aver utilizzato l’eredità originariamente destinata ai loro figli per potersi permettere il viaggio intorno al mondo.

Eventi drammatici in crociera
Eventi drammatici sulla nave da sogno (foto screen YouTube) – Il Millimetro.it

Mentre si trovava di fronte alla nave della Royal Caribbean Serenade of the Seas, attraccata nel porto di Barbados nei Caraibi, il passeggero ha postato l’aggiornamento. Non sono stati divulgati troppi dettagli in merito, solo che l’uomo stava lasciando la nave e che era ferito alla schiena

In queste prime settimane di viaggio, i passeggeri hanno visitato già diversi territori e visto numerose meraviglie del mondo, tra cui Chichén Itzá in Messico, Cristo Redentore in Brasile e le cascate di Iguazú  in Argentina. Gli ospiti hanno recentemente potuto intravedere l’Antartide, dopo aver attraversato il pericoloso Passaggio di Drake. 

È già stato affrontato anche un dramma da mal tempo al largo delle coste del Sud America, che ha portato degli allagamenti sulla nave mentre si trovava in viaggio da Rio de Janeiro, Brasile, a Montevideo, Uruguay. Il tutto è accaduto a causa di forti venti (a 60 miglia l’ora) e della pioggia. 

Sono rimasti compromessi degli ascensori e alcune stanze, rovinati dei tappeti e mentre la nave affrontava il tragitto era fortemente inclinata di lato, rendendo la deambulazione complessa. Un passeggero esperto di crociere ha affermato di non aver mai visto una nave inclinata per così tanto tempo.

Un dramma invece di minor entità, ma questo dipende sempre dai punti di vista, lo hanno fatto presente con un TikTok Mike e Nancy, mostrando il menù dei vini drammaticamente mutilato e privo di alcuni importanti nomi.

Chi sono i passeggeri della nave

Una delle domande che si sono posti gli utenti più di frequente riguarda l’identità dei partecipanti alla crociera, soprattutto considerato il prezzo estremamente elevato del viaggio. Sui social hanno notato che molte persone che condividono i loro contenuti fanno parte della Generazione Z, ovvero i nati tra il 1997 e il 2012. Un dato smentito poi da un passeggero che sostiene siano più che altro pensionati.

I passeggeri della Ultimate World Cruise
I passeggeri della nave (foto screen YouTube) – IlMillimetro.it

“Direi che la maggioranza, come la stragrande maggioranza dei passeggeri, sono pensionati (o anziani)”, ha dichiarato Kenney durante un’intervista a Today, precisando che il 90% delle persone a bordo sono appunto pensionate.

Naturalmente sono compresi anche un medico e degli infermieri per poter venire incontro a problemi meno gravi come chinetosi, malattie, lesioni. Per situazioni più complicate il passeggero deve abbandonare la nave ed essere sbarcato nel porto successivo. In caso di emergenza viene invece trasportato in elicottero fino all’ospedale.

Chiaramente la cosa migliore è farsi un’assicurazione adatta alla situazione per non ritrovarsi con un conto ancora più salato di quanto già sborsato per poter partecipare al viaggio. Come dire: oltre il danno, la beffa.

Nel frattempo i viaggiatori si stanno ingegnando per passare il loro tempo in modo costruttivo. Non solo quindi a godersi il viaggio, le attrazioni sulla nave e le località toccate. C’è chi ha addirittura ha improvvisato una sorta di ‘Bingo della gravidanza‘, perché sostiene che vi sia una persona in dolce attesa sulla nave. Un buon modo per farsi delle nuove amicizie, insomma.

Nei video in cui viene descritta su TikTok la crociera, si parla delle caratteristiche fondamentali da possedere per decidere di partecipare: oltre a una cifra importante di denaro, anche l’amore per il mare, per la gente, e il non soffrire di claustrofobia (date le dimensioni contenute delle camere). Il punto uno è piuttosto semplice, per gli altri due invece sembra essere più un test di resistenza.

Un consiglio che potremmo dare noi sarebbe di portare con sé il libro Novecento di Alessandro Baricco, con il suo protagonista nato e vissuto tutta la vita su una nave. È un’ottima filosofia in mood con questo strabiliante viaggio. Per il resto si può solo attendere e capire come si evolverà, tra un prossimo TikTok e un nuovo porto.

Per acquistare l'ultimo numero della nostra rivista clicca qui:

Mai più

Tra guerre, bombe e nucleare Piero Pelù torna con Deserti e grida al mondo: “Mai più!”. Nell’intervista realizzata da Dario Morciano andiamo in viaggio con il rocker toscano, che si è ripreso la scena con un disco potentemente rock in cui denuncia le barbarie del presente, contraddistinto da conflitti mondiali e una disinformazione sempre crescente. Alessandro Di Battista parla del pericolo di un’escalation nucleare, un rischio altissimo e che ha superato quello vissuto nel corso della “crisi dei Caraibi”. All’interno Tutt’altra politica, Line-up, Un Podcast per capello, Ultima fila e Nel mondo dei libri, le consuete rubriche di Paolo Di Falco, Alessandro De Dilectis, Riccardo Cotumaccio, Marta Zelioli e Cesare Paris. Copertina a cura de “I Buoni Motivi”.

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Ultimi articoli

Oppenheimer in Giappone ha fatto discutere
L'incredibile storia della guerra degli emù
il Millimetro

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter