Una guerra in secondo piano

Mentre le pagine dei media nazionali, dalla mattina del 7 ottobre, si sono riempite di storie sul conflitto israelo-palestinese, in Ucraina si combatte ancora la guerra che ha ricevuto per mesi una copertura mediatica senza precedenti.

Milioni di visualizzazioni per migliaia di retweet, condivisioni e commenti: a pochi giorni dal massiccio attacco lanciato il 7 ottobre 2023 da Hamas l’organizzazione estremista palestinese che governa la striscia di Gaza – contro Israele, tra il mare magnum dei contenuti pubblicati sulle principali piattaforme di social network, ne spiccava uno in particolare. O almeno per una fetta di utenti. Un servizio in lingua inglese dell’emittente britannica BBC sulla scoperta che i giornalisti investigativi del sito Bellingcat avrebbero fatto tramite l’analisi di dati segreti, ovvero quella che l’Ucraina abbia fornito la maggior parte delle armi usate dal movimento palestinese di Hamas.

A breve saranno due anni dall'inizio del conflitto
Il conflitto tra Russia e Ucraina continua senza sosta – ilMillimetro.it

Un minuto e 16 secondi in cui viene riportata la notizia che gli armamenti in questione sarebbero stati forniti dai Paesi della NATO all’Ucraina per difendersi dall’invasione russa. Le poche immagini di repertorio bellico non forniscono alcun dato specifico (tantomeno una fonte), se non un dettaglio, irrilevante all’apparenza: quello che a rivelare l’informazione siano stati i giornalisti investigativi del sito fondato nel 2014 dal giornalista Eliot Higgins Bellingcat, diventato negli anni una delle fonti più autorevoli dei media internazionali.

Per leggere l’articolo completo, acquista la rivista in formato cartaceo o in versione PDF:

Transizione ecologica

La strada verso la sostenibilità è ormai tracciata ed è a senso unico: Chiara Di Giorgio approfondisce questo processo globale, finalizzato a ridurre l’impatto ambientale dell’attività umana e a promuovere una maggiore sostenibilità in vari settori, tra cui l’energia, l’industria, l’agricoltura, i trasporti e la gestione dei rifiuti. Alessandro Di Battista parla del complicato rapporto tra Israele e le Nazioni Unite. Direttamente da Tel Aviv, Greta Cristini racconta gli scenari possibili di una guerra che allo stato attuale sembra essere senza una vera e propria strategia. All’interno anche Vita da Cronista, Pop Corn, Un Podcast per capello e Nel mondo dei libri, le rubriche di Andrea Pamparana, Simone Spoladori, Riccardo Cotumaccio e Cesare Paris. Il quattordicesimo numero de il Millimetro vi aspetta.

Abbonati alla Rivista

il Millimetro

Ricevi ogni mese la rivista con spedizione gratuita, il formato digitale per email e ogni sabato la Newsletter con gli approfondimenti della settimana

Ultimi articoli

Proteste dei ragazzi in merito al conflitto tra Israele e Palestina
il Millimetro

Newsletter

Approfondimenti, interviste e inchieste direttamente sulla tua email

Newsletter